Registrati su OPA Sostieni la tua professione

Regione Piemonte
In Regione Piemonte si definisce che l’attività di onicotecnico consiste nell’applicazione e decorazione di unghie artificiali. Essa comprende ogni prestazione artistica eseguita, a esclusivo scopo decorativo, sulla superficie di unghie artificiali delle mani e dei piedi, tramite l’apposizione di unghie artificiali preformate da decorare, e la successiva lavorazione e colorazione delle stesse, con prodotti cosmetici quali gel, polveri acriliche ad altri prodotti.

Il Tribunale di Torino, accoglie il ricorso presentato da una titolare di ditta individuale la quale impugnava la deliberazione della Comm. Reg. per l’Artigianato Piemonte. Quest’ultima appoggiava la Comm. Prov. per l’Artigianato, la quale non accoglieva la domanda di iscrizione all’albo artigiani presentata dalla suddetta titolare, in quanto “l’attività di tecnica per costruzione, ricostruzione e applicazione delle unghie non rientra nella sfera di applicazione della L. n. 1/1990”.

A seguito di tale provvedimento, però, nel 2005 viene deliberato che nella Regione Piemonte per esercitare l’attività di onicotecnico occorre essere in possesso della qualificazione di estetista.
La Commissione Regionale per l’Artigianato, in data 23.06.2010, in risposta di parere, ha confermato il precedente orientamento già espresso nel 2005, ribadendo che nella Regione Piemonte per esercitare l’attività di onicotecnico occorre essere in possesso della qualificazione di estetista.
Parere riconfermato poi, con la seduta del 02.03.2017.

Quindi, in Regione Piemonte, l’attività di onicotecnico rientra nell’attività di estetista